I Parroci di S. Biagio dal 1561 ad oggi

La religiosità e la fede dei carditesi tutti non si esaurisce certamente con l’edificazione ed il mantenimento della chiesa parrocchiale; ad accrescere la religiosità della gente, a coltivarne lo spirito cristiano, hanno contribuito un bel numero di Parroci, e di sacerdoti, che hanno evangelizzato e sostenuto i fedeli nel loro individuale e collettivo cammino verso Dio Padre e la Vita Eterna.

E, allora, focalizzeremo l’attenzione sui Parroci che hanno retto la Parrocchia in tutti questi secoli e che hanno avuto sempre l’apprezzamento dell’Ordinario nelle visite pastorali per aver tenuto sempre molto bene la Parrocchia arredandola continuamente di arredi e di paramenti sacri; uomini, a volte semplici, che nonostante i loro certi difetti, proprio perché uomini, e i problemi derivanti dal tempo storico in cui vivevano, sono riusciti a trasmettere il lieto annuncio evangelico a centinaia di famiglie che ci hanno preceduto, nella fede, in questa Parrocchia.

Come già detto, la Parrocchia nacque nel 1561.

Il primo Parroco fu  un certo Marcantonio Martuccio, aversano, che, iniziato il suo ministero nel 1561, l’ha terminato nel 1605.

Dello stesso, all’interno della cappella dell’Annunciazione, posta per prima sul lato destro della chiesa per chi entra, una iscrizione in marmo ricorda ai posteri come nel 1591, il 7 Febbraio, questo parroco volle, a sue spese, erigere la cappella e l’altare, per se e per i suoi e con atto notarile del Notaio Giulio Cesare Petino di Aversa.

Il secondo Parroco fu Don Giovanvincenzo Bussiano, aversano, dal 1605 al 1620.

Il terzo fu Don Antonio de Donato, di Sant’Antimo, dal 1620 al 1622.

Il quarto fu Don Marcaurelio Fabozzi, aversano, dal 1622 al 1650.

Il quinto fu Don Carlo Magliola, di Sant’Arpino, dal 1650 al 1657.

Il sesto fu Don Francesco Villano, aversano, dal 1657 al 1687.

Il settimo Parroco fu Don Giuseppe deFusco, carditese, dal 1687 al 1705,di questo daremo un breve profilo tratto dal libro dei morti.

L’ottavo fu Don Gregorio Zampella, di Crispano, dal 1705 al 1739.

Il nono fu Don Francesco Magri, dal 1739 al 1752.

Il decimo Parroco fu Don Giuseppe De Rosa, carditese, dal 1753 al 1789.

L’undecimo fu Don Domenico De Rosa, carditese, dal 1789 al 1796.

Il dodicesimo fu  Don Luigi Galasso, carditese, dal 1797 al 1849.

Il tredicesimo Parroco fu Don Gregorio Vitale, dal 1850 al 1894.

Il quattordicesimo fu Don Luigi Picone, dal 1895 al 1920.

Il quindicesimo fu Don Giuseppe Fusco, carditese, dal 1920 al 1957.

Il sedicesimo Parroco è stato Don Domenico Trappolieri, dal 1958 al 2000.

Il diciassettesimo Parroco della Parrocchia di S. Biagio in Cardito è Don Antonio De Rosa, di Casal di Principe, Parroco dal 7 Settembre del 2000 a Novembre 2002.

Fino a Novembre 2003 è stato amministratore il Rev. Don Fernando Angelino da Caivano.

Dal Novembre 2003 ad oggi il diciottesimo Parroco è il Rev. Don Nicola Mazzella di Sant’Antimo.

( da Angelo Faiola, La Parrocchia di San Biagio V.M. Cardito (NA), Tipo-Litografia Anselmi, Marigliano, Febbraio 2002)