Perché seguire corsi di formazione?

Spesso accade di incontrare persone che lamentano l'obbligatorietà di frequenza di corsi per ricevere sacramenti come la cresima, il matrimonio, ect. Ovviamente la Chiesa Cattolica non obbliga a seguire "lezioni" ma ha il dovere di formare le persone affinché raggiungano la piena consapevolezza e coscienza di quanto accade con il ricevimento di questo o quel sacramento. Diviene quindi logico organizzare dei percorsi all'interno dei quali si possa ben chiarire argomenti come la fede o l'istituzione della Chiesa in modo da consentire alle persone di scegliere la strada da percorrere.

Firmeresti il contratto di un mutuo senza sapere cosa ci sia scritto e a cosa andresti in contro? No. Mi sembra ovvio. Anzi! Porteresti quel contratto in giro, dall'avvocato, dal notaio e da chiunque possa darti delucidazioni e chiarimenti sul suo contenuto. D'altronde si tratta di un impegno che durerà almeno 20-25 anni.

L'alleanza che Dio ha fatto con l'umanità, e che noi siamo chiamati a vivere, è eterna, non conosce spazio e tempo, durerà anche oltre il nostro passaggio terreno.

Capisci quindi che l'informazione, quindi la formazione, è essenziale affinché tu abbia la piena consapevolezza di quello che stai facendo e qui la Chiesa si offre non solo come evangelizzatrice ma soprattutto come promotrice di consapevolezza affinché tu abbia la possibilità di fare la tua scelta di vita senza obblighi ne costrizione alcuna, spaziando in quella libertà che resta un dono grande e misterioso che Dio ci ha fatto.

Non temere di intraprendere il tuo cammino. Non pensare di essere solo. Insieme possiamo crescere e proseguire sulla strada che conduce a Cristo. Lascia l'idea di seguire il "corso di cresima" o il "corso prematrimoniale" ma inizia a camminare su un percorso di vita nuova, una vita in Cristo!