Comunità Maria RCC

La Comunità Maria è nata nell’autunno del 1976 dalla preghiera di lode di alcuni fratelli, dediti da anni al rinnovamento carismatico e desiderosi di fare di tutta la loro vita una continua preghiera di lode. La lode apriva i loro cuori alla gloria di Dio e la gloria di Dio mistero d’amore, di luce, di potenza creatrice di vita eterna, si manifestava in loro.La comunità è frutto della Pentecoste, proviene dal carisma di unità richiesto al Padre da Gesù prima di morire. Purché ciascuno accetti di  morire a se stesso per risorgere in Cristo la potenza, l’amore, la luce, la gioia cioè lo Spirito Santo, regna nel cuore dei membri della comunità, nei loro rapporti interpersonali e in tutta la vita comunitaria. L’ascetica della comunità consiste dunque nella continua morte all’egoismo e alla ossessività dell’uomo carnale per risorgere nuova creazione, membri autentici del Corpo di Cristo. “Ora voi siete il corpo di Cristo” (Cor 12,27).La comunità che rivive continuamente i doni della fondazione della Chiesa, s’inserisce naturalmente nelle chiese locali, nelle parrocchie, dove porta con la gioia della Pentecoste il servizio disinteressato. Essa è aperta a tutte le spiritualità della Chiesa e si arricchisce dei molti e vari carismi in essa esistenti, mentre offre, a sua volta, i carismi di cui il Signore le fa dono, favorendo così in ciascuno la riscoperta profonda dei doni della propria vocazione.Questa ecclesialità di base permette alla Comunità Maria di collaborare nell’opera di evangelizzazione del mondo, con ordini e congregazioni religiose, con movimenti ecclesiali ed associazioni laicali, con parroci e sacerdoti diocesani nel rispetto reciproco e nella vicendevole carità. Questa ecclesialità fa anche della Comunità Maria un vivaio di vocazioni e le permette di offrire alla Chiesa laici impegnati, religiosi, religiose, sacerdoti.La maturità ecclesiale della comunità è altresì confermata dal riconoscimento formale della stessa come associazione privata di fedeli – ai sensi dei can. 299 e 321-326 c.i.c. e della Nota Pastorale Le aggregazioni laicali nella Chiesa, della Commissione Episcopale per il Laicato della C.E.I. – più volte concesso dalla Diocesi di Roma (da ultimo, con decreto del 30 aprile 2002), nonché dall’approvazione e dalla paterna benevolenza dei Vescovi dei luoghi ove la comunità opera.In cammino a cardito Nel.Santuario di San Biagio da oltre 25 anni erichiama fedeli del territorio e dai comuni limitrofi .